10 novembre ’19

Sono un po’ così in questo periodo… spalle al passato e sguardo avanti!

Buongiorno, eccomi qui… come state?

La mia permanenza al sud è ormai terminata, poche ore ancora e poi si andrà all’aeroporto per rientrare al nord…e le previsioni sono tutt’altro che belle! Pioggia, pioggia, pioggia!!! Mamma mia che stress!!!

Sono due giorni che, grazie al mare, sto ritrovando un bel po’ di serenità. Potrà sembrarvi assurdo ma ci parlo col mare e lui, a suo modo, mi risponde. Lo faccio fin da piccolo e mi ha sempre aiutato. Ho un rapporto speciale con lui, non potrei vivere senza. Regolarmente devo andare a trovarlo in modo da raccontargli un po’ come procede la mia vita.

Questi giorni sono stati provvidenziali, ho pensato a molte cose e mi sono liberato di altre. Alcune non le capirò mai, ma in fondo non si può capire sempre tutto. Ognuno di noi vive e passa dei momenti particolari nelle sue giornate e agisce di conseguenza spesso senza pensare alle conseguenze, ma ci ho fatto il callo e vado avanti. Non me la prendo davvero più per nulla, perchè tanto sprecherei energie inutilmente. Resto dell’avviso che basterebbe pochissimo a volte per sistemare problemi ed incomprensioni, basterebbe volerlo davvero e non far finta. Ma le persone sono mediamente così: “Quando costa fatica, scappano!”

Io sto imparando che la fatica, la sofferenza a volte e il sacrificio poi fanno assaporare meglio quel che si ottiene. Ne conosco molte di persone che pensano solo a se stesse e, la cosa buffa, si lamentano pure quando glielo fai notare. Io mi sudo ogni cosa, non sono di peso a nessuno e cerco di non chiedere più nulla a nessuno. Però non sono più sempre disponibile, quindi dico di NO!

Ogni tanto mi prende un po’ di malinconia, ma so bene di essere l’unico a sentirla e, proprio per questa ragione, mi dura poco poi passa. Ma sono fatto così, mi dispiace quando i rapporti vengono distrutti per orgoglio, ci si ride sopra e si cancella ogni cosa positiva lasciando solo il ricordo dei momenti negativi o tristi. Alla fine è un modo per crearsi una realtà parallela che porta ad avere un albi per andare avanti e giustificarsi e giustificare il fatto che non si è voluto fare nulla per provare a cambiare. In fondo me lo sono sentito dire: “È troppo difficile ricominciare da zero!” e come dicevo tempo fa, non sono fatto per chi non ha coraggio di rischiare. Io l’ho fatto e il mio l’ho dimostrato. Ho perso? No non credo, ho mantenuto la coerenza e non devo nulla a nessuno. Non devo fingere e tantomeno mentire a nessuno, e sto benissimo così.

Vado che il mare chiama.

Buona domenica a tutti…. vi lascio con una canzone che non è stata capita. Ho paura di chi non sente la musica, di chi non si emoziona con parole, suoni e colori. Le persone così mi spaventano.

Ciao!

18 ottobre ’19

Venerdì, finisce la settimana. Se facessi un bilancio di questi giorni, fino a ieri, non sarei contento. Non so cosa sia successo ieri ma il mio cervello ha fatto uno scatto. Sarà che sono stufo di atteggiamenti malati, del vittimismo cronico, della stronzaggine delle persone e della loro totale mancanza di responsabilità. Sono abbastanza stanco anche di chi pensa di poter prendere il mio tempo gratuitamente e gettarlo al cesso.

Mi sto ancora sforzando, ho deciso che è ora di darsi una mossa o molti dei miei sogni resteranno irrealizzati solo per colpa mia. Non do responsabilità a nessuno se non a me perchè ho permesso, io, ad alcune persone di fare quello che hanno fatto senza mettere un limite. Bene ora lo sbarramento c’è! No, non penso sia facile perchè devo comunque modificare alcune delle mie abitudini e sforzarmi a chiudere rapporti personali, cosa per me complicata perchè credo nei rapporti con le persone e credo nella possibilità di chiarirsi. Ma, come dicevo ieri, non tutti siamo fatti allo stesso modo e quindi posso solo fare in modo da non farmi condizionare da questo.

Questa notte riflettevo sulle occasioni mancate, sulle rinunce, sulla modifica di molte delle mie scelte per evitare di ferire il prossimo e a come, invece, le persone mettono sempre davanti loro stesse. È corretto ma dovrebbe comunque essere presa in considerazione la situazione in cui le proprie decisioni portino a far male al prossimo. Un po’ di egoismo ci vuole, troppo fa solo male. Ho condizionato molto della mia vita e la cosa buffa è che chi era dall’altra parte non lo ha capito, anzi ha letto le cose in modo distorto e negativo. Per quanto abbia provato a spiegare la scelta non sono stato nè ascoltato nè capito e questo punto non posso far altro che andare avanti.

No non mi sento cattivo, no non mi sento sbagliato, non più, no non accetto modalità negative, cattive e manipolatrici. No non ho più intenzione di urlare la verità. Sono stanco di chi non ascolta, di chi sparisce, di chi usa il ghosting come metodo per infastidire il prossimo perchè non ha i coglioni di affrontare e risolvere una situazione.

Valgo? Si molto, moltissimo. E non ho più tempo per pensare a chi non è disposto a capirmi e pensa a ferirmi perchè il mio tempo è per chi mi vuole davvero bene, per chi è aperto al confronto, per chi capisce il valore dei rapporti e per chi vuole il meglio e non si accontenta.

Buon weekend amici… vi auguro molta serenità!