16 ottobre ’19

Auguri papà!

Credo di aver scritto anche l’anno scorso gli auguri ma lo rifaccio.

Ieri eravamo a cena, stai invecchiando babbo mio… e la vita, che non è stata clemente con le sorprese, ha segnato per bene il tuo fisico. Ti osservavo, la tua famiglia attorno, che non sarà perfetta ma è la Tua, e si capisce bene che ci tieni. Ceravamo tutti comprese le tue amate nipotine che ti adorano. Loro si che sanno strapparti il sorriso e far brillare gli occhi. Bellissimo!

Ieri mi hai detto: “Ricorda che ormai la vita si è allungata, non spengere i sogni!”… e io dentro di me dicevo: “Sorridi, continua a sorridere e ringrazialo…” quando invece avrei voluto scusarmi per non aver realizzato pressocchè nulla. Quanto avrei voluto che ieri ci fossero anche altri nipoti con cui festeggiare… e invece ho fallito e questo mi fa male, molto male.

Sei forte babbo lo sai? Mi basterebbe un decimo della tua forza per risolvere i problemi che ho quotidianamente. Problemi che tanto solo io posso dirimere e cancellare. Ma vorrei un decimo della tua forza e costanza.

Tanti auguri vecchio mio l’anno prossimo sarà un bel traguardo e faremo una grandissima festa, te lo prometto! Arriverò carico di forza ed energia e con un sorriso nuovo.

Auguri ancora papà!