28 ottobre ’19

Music is the answer to your problems…

Che ricordi questo brano! Nulla di ricercato o particolarmente elaborato e musicalmente interessante, ma è legato a moltissimi ricordi del mio passato e, soprattutto, dice una cosa verissima: “MUSIC IS THE ANSWER!”

Credo di averlo già scritto da qualche parte in questo blog: “Ho paura di chi non sa emozionarsi con la musica, l’arte, le parole, i colori, la natura, la vita!” Quelle persone sempre concentrate su se stesse, quelle che le emozioni sono solo cazzate, quelle che un testo è banale solo perchè non sono in grado di capirlo, quelle che davanti ad un’opera d’arte non provano nulla, anzi sono in grado di sminuirla. Il perchè è semplice, sono persone piccole che nella vita vivono di banalità, vivono protetti dal loro essere prima di ogni cosa e immuni a qualsiasi possibile empatia verso il prossimo o qualcosa.

Io non sono così! Una sfortuna? Boh, no non credo! A volte pesa ma alla fine penso che quelle persone aride si perdano una buona parte della vita! Perdono l’essere connesse al mondo che le circonda, perdono la sensibilità che è una delle poche cose che ci contraddistingue in questo mondo.

La musica! ah la musica che spettacolo. Anche ora che sto scrivendo ci sono suoni in sottofondo che accompagnano lo scorrere delle mie parole, con la sequenza a volta casuale, sgrammaticata, da linguaggio parlato più che scritto… ma sono così… se volessi scrivere nel rispetto di ogni forma lessicale e costruzione grammaticale non avrei alcun problema a farlo… ma a me piace così.. mi piace l’essere informale, usare un linguaggio confidenziale, non sarà bellissimo ma questo posto è un punto dove scrivo una chiacchierata con me, con un amico, con degli amici… insomma con voi. Usare una modalità troppo rigorosa non mi darebbe lo stesso stimolo. Beh torniamo alla musica! Che spettacolo. Il we a causa di una leggerissima influenza, ormai mi schifa pure lei, sono stato parecchio tempo a casa e mi hanno fatto compagnia i suoni e le parole di mille canzoni diverse. Adoro ascoltare di tutto, mi piace soffermarmi sia sui testi che sulla costruzione sonora del pezzo. Capirne i picchi, le sottolineature e la melodia. Mi piace e, anche se non sono un professionista della musica, devo dire che i miei studi di musica da giovane sono serviti.

Ho ripreso in mano la chitarra, che avevo abbandonato. Mi rilassa, devo però sistemare la camera e preparare bene un angolo musicale in modo da poter fare tutto quel che mi piace in modo sereno e con tutte le mie cose. Inoltre con l’arrivo del computer nuovo avrò anche modo di registrare qualcosa… bello!

Questa mattina mi era venuto un pensiero non bello…avevo il telefono in mano, stavo per scrivere… poi la frase: “Hai perso già abbastanza tempo a rincorrere chi sa solo scappare, da chi non ha coraggio di fare nulla per essere felice, da chi preferisce sacrificare i rapporti piuttosto che fare fatica e costruire qualcosa di bello!” E sinceramente io di persone che non sono disposte a far fatica per sistemare le cose e voler realizzare qualcosa sono stufo. Non ho più posto accanto a me per quel genere di persone. Pertanto per quanto possa far male non avere la possibilità di confrontarsi penso anche che non si andrebbe da nessuna parte, parlerei solo io come sempre e ogni parola sarebbe oggetto di retropensieri, distorsioni e manipolazioni come è già stato più e più volte. Ricordo ancora quella delle chiavi in garage… se ci penso mi incazzo con me che ho accettato tante di quelle cose… vabbè chissenefrega.

Avrei voglia di vedere una persona. Di passare del tempo assieme, una passeggiata al mare e una pizza con tanto di pomodoro addosso… Bei momenti. Chissà… Però mi fa star sereno nonostante i suoi casini è capace di rasserenarmi con poco, una parola, un sorriso… due fette di dolce.

Beh ragazzi nonostante il cielo grigio è lunedì e si parte a bomba… Forza… e voi che fate questa settimana?

Annunci

18 ottobre ’19

Venerdì, finisce la settimana. Se facessi un bilancio di questi giorni, fino a ieri, non sarei contento. Non so cosa sia successo ieri ma il mio cervello ha fatto uno scatto. Sarà che sono stufo di atteggiamenti malati, del vittimismo cronico, della stronzaggine delle persone e della loro totale mancanza di responsabilità. Sono abbastanza stanco anche di chi pensa di poter prendere il mio tempo gratuitamente e gettarlo al cesso.

Mi sto ancora sforzando, ho deciso che è ora di darsi una mossa o molti dei miei sogni resteranno irrealizzati solo per colpa mia. Non do responsabilità a nessuno se non a me perchè ho permesso, io, ad alcune persone di fare quello che hanno fatto senza mettere un limite. Bene ora lo sbarramento c’è! No, non penso sia facile perchè devo comunque modificare alcune delle mie abitudini e sforzarmi a chiudere rapporti personali, cosa per me complicata perchè credo nei rapporti con le persone e credo nella possibilità di chiarirsi. Ma, come dicevo ieri, non tutti siamo fatti allo stesso modo e quindi posso solo fare in modo da non farmi condizionare da questo.

Questa notte riflettevo sulle occasioni mancate, sulle rinunce, sulla modifica di molte delle mie scelte per evitare di ferire il prossimo e a come, invece, le persone mettono sempre davanti loro stesse. È corretto ma dovrebbe comunque essere presa in considerazione la situazione in cui le proprie decisioni portino a far male al prossimo. Un po’ di egoismo ci vuole, troppo fa solo male. Ho condizionato molto della mia vita e la cosa buffa è che chi era dall’altra parte non lo ha capito, anzi ha letto le cose in modo distorto e negativo. Per quanto abbia provato a spiegare la scelta non sono stato nè ascoltato nè capito e questo punto non posso far altro che andare avanti.

No non mi sento cattivo, no non mi sento sbagliato, non più, no non accetto modalità negative, cattive e manipolatrici. No non ho più intenzione di urlare la verità. Sono stanco di chi non ascolta, di chi sparisce, di chi usa il ghosting come metodo per infastidire il prossimo perchè non ha i coglioni di affrontare e risolvere una situazione.

Valgo? Si molto, moltissimo. E non ho più tempo per pensare a chi non è disposto a capirmi e pensa a ferirmi perchè il mio tempo è per chi mi vuole davvero bene, per chi è aperto al confronto, per chi capisce il valore dei rapporti e per chi vuole il meglio e non si accontenta.

Buon weekend amici… vi auguro molta serenità!