11 luglio ’19

undefined

Giornata grigia dentro e fuori. La mente corre un po’ ovunque alla ricerca di risposte, ma anche la mia testa non risponde. Mi piacerebbe davvero avere un pulsante reset. Cancellare tutto e ripartire da capo. Cercare di avere un po’ più di linearità e tranquillità in tutto e, una volta tanto, essere LA SCELTA! Il Karma… mah forse sto scontando qualcosa, non lo so. So che sono stanco e con una profonda tristezza che mi accompagna quotidianamente. Quel sentirsi sempre in corsa, in gara e in attesa di qualcosa che prima o poi accadrà. Un po’ come se fossi in turno con un biglietto in mano ma il mio numero non esce mai. La tristezza non è cosa che mi appartiene, sono diverso da come ero e da come mi piace essere, ma sono così, ora. Quasi atterrato da ogni cosa che mi accade, senza possibilità di reazione, senza capacità alcuna di decisione. Non so come andrà, anzi si ho un’idea di quel che succederà stasera, e sarà l’ennesima batosta. Ormai colleziono colpi al cuore, deve essere molto resistente davvero almeno fino a quando non mi lascerà a piedi. Credo di avere un brutto rapporto coi sentimenti, quando penso che ci siano speranze e sto bene le cose precipitano. In fondo però sapevo che la situazione non era semplice, che mi infilavo in una questione un po’ complessa e non di facile gestione ma ci credevo e ci credo. Però non sempre le cose si allineano come vorremmo e tocca fare i conti col destino.

In questi casi si dice che il dolore fortifica, credo di essere diventato forte abbastanza. Per una volta vorrei un po’ di serenità, mi piacerebbe rincasare e non trovarmi a parlare solo coi gatti, mi piacerebbe trovare chi è lì per costruire assieme passo, dopo passo qualcosa di unico. Che dopo una giornata di battaglia lavorativa puoi rilassarti e rasserenarti con chi ami. Ma credo di dover pagare ancora molto il fatto di aver buttato anni della mia vita rincorrendo persone sbagliate. Accontentandomi, pur consapevole, di quel che arrivava e accettando comportamenti sbagliati. Errori miei e devo pagarli però ora sarei davvero un po’ esausto. Forse ha ragione il mio fratello di energia quando mi dice che è ora di cambiare, che è ora di prendersi quello che si vuole realmente e se questo non si fa prendere allora di lasciar andare. È ora di avere chi si prende cura in modo reciproca. Sento proprio la necessità di attenzioni, di parole lente e piacevoli, di rimproveri amorevoli, di carezze a mani nude sul cuore, di sorrisi nel silenzio, di sguardi che parlano, di voglia di esserci assieme. Non sono fatto per i momenti a cronometro. Non li reggo più e non so gestire più queste situazioni, io desidero una persona accanto. E se non c’è sto da solo, perchè ogni volta che provo a mettere il cuore da qualche parte lo rompo. Prima o poi non funzionerà più.

Grazie amici, alla prossima. Oggi va così. Più tardi, o domani, se vorrete vi dirò come è andata. Se il cuore è tornato al mittente o se ha trovato posto.

Ciao!

Autore: il tuo inquisitore: il tempo

Sono consapevole che il tempo passa e spesso lo si perde. Sognatore a volte troppo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.