14 marzo ’19

Questi giorni vado un po’ a rilento, il tempo sì lui scorre comunque io però non riesco a stargli al passo e mi trovo a fine giornata che ho fatto metà delle cose che avevo programmato.

Di tutti quelli che non hanno niente da dire, i più piacevoli sono quelli che lo fanno in silenzio. Nicolas de Chamfort

Ieri leggevo questa frase e devo dire che ultimamente sto apprezzando il silenzio delle persone vuote. Mi sono stancato di sentire discorsi pressoché inutili di persone che si parlano e riparlano addosso. La maggior parte delle persone che incontro parla per se stessa, adora sentire la propria voce e non si rende conto che non trasferisce alcun contenuto che realmente sia degno di interesse. Pertanto adoro il silenzio perchè è un risparmio di tempo. Nel silenzio posso dare ascolto alla mia voce interiore e capire realmente cosa il mio corpo mi richiede. Non sono disturbato dal informazioni inutili, da suoni e rumori che mi tolgono l’attenzione e tantomeno da elementi inquinanti.

Anche ieri, con la solita modalità, hai occupato una, seppur piccola, parte del mio tempo con una richiesta finta che nascondeva, come sempre, un gancio per poter avere nuovamente modo di riversare le tue frustrazioni ed insuccessi. Ma nulla, non succederà nulla, non più.

Il tempo è tornato come tema pesante e pressante. È pazzesco vedere come passi inesorabile indipendentemente da quel che accade. Scandisce gli attimi di vita vissuta, le situazioni, gli eventi ma non è controllabile. Posso scegliere come impiegare il tempo ma non posso controllarlo ed ogni mia scelta sarà una sola in un ventaglio di possibilità. E se avessi fatto una cosa piuttosto che un’altra cosa sarebbe successo nell’istante successivo, sarebbe cambiato qualcosa? Si cambiano gli eventi ma non il tempo, lui resta immutato nel suo continuo scorrere. Scorre sia che stai immobile o che agisci, lui non ha bisogno del tuo o mio parere, lui avanza.

Sembra negativa come considerazione invece non lo è, anzi è esattamente l’opposto! Il tempo scorre comunque e ci fa avanzare e questo ci permette di capire che spesso, quando diciamo che non ce l’avremmo fatta ad andare avanti, invece succede. Il tempo ci aiuta ad avanzare noi siamo l’elemento che definisce la qualità dell’avanzamento, noi siamo la variabile vera nella costante tempo… si perchè il tempo avanza costante e la modalità variabile dipende sempre e solo da noi.  “Ognuno è artefice del proprio destino” ricordate questa frase? io aggiungerei “Indipendentemente che faccia o non faccia qualcosa per definirlo” il non agire è in se un’azione ed una scelta.

Torno a fare qualcosa, fuori c’è il sole e vi abbraccio tutti!

 

Annunci

Autore: il tuo inquisitore: il tempo

Sono consapevole che il tempo passa e spesso lo si perde. Sognatore a volte troppo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.