4 marzo ’19

Sono ancora debole, mi ero abituato alla tua assenza ma quando compari riesci a crearti un passaggio nella corazza che mi sono costruito e la cosa mi infastidisce non poco. Ho sbagliato ieri a rispondere alle tue provocazioni stupide. Già una mail che esordisce con DICONO fa capire quanta considerazione hai delle persone. Ero stato bravo ad ignorare ma poi ha calcato la mano e mi sono incazzato, sarà stata la stanchezza data dal tour de force per il lutto famigliare in Puglia, i seguenti 4 giorni di fiera con poco sonno e tante ore in piedi ma ho ceduto e ti ho risposto. Non dovevo farlo ma ormai l’ho fatto e tu con la tua solita modalità hai accampato le solite scuse dicendo che mi invento le cose e altri bla bla bla soliti. Vivi coi paraocchi e vedi solo quello che ti fa comodo e gli insuccessi della tua vita sono sempre colpa di cose o persone esterne. Basterebbe poco ma i toni ormai sono totalmente privi di alcun rispetto e io, sinceramente, di farmi trattare di merda non ho più voglia. Puoi farlo con quelle persone che frequenti e che, molto probabilmente come te, non si assumono mai alcuna responsabilità di nulla!

Ero tentato di aprir bocca e dire tutto, si perchè alla fine quando si ha a che fare con persone cattive si dovrebbe agire con la stessa loro modalità. Io in fondo non ho nulla da perdere e non ho paura di niente. Ma sarebbe abbassarmi al tuo livello, il livello di chi offende, insulta, giudica, critica, augura il male o peggio la morte. E tutto perchè non vuole sedersi e analizzare tutto quel che è successo, prenderne atto, fare pace con se stessa e con il mondo e RICOMINCIARE. Ma no è vero lo hai detto tu: “È TROPPO FATICOSO!” Meglio continuare a giustificarsi dando la responsabilità al mondo di ogni cosa, meglio ignorare chi allunga la mano e dice “afferrala e camminiamo assieme”, meglio rimanere immobili piuttosto che ammettere di avere qualche responsabilità.

Quando si devono prendere delle decisioni che coinvolgono delle persone quasi sempre si ferisce qualcuno e quindi capisco che è più semplice sacrificare me che tutto il resto che è una certezza ignara di ogni cosa. Cambiare costa fatica, coraggio e voglia di star bene e dire HO SCELTO ME è una cazzata grande come una casa, se avessi SCELTO TE DAVVERO avresti fatto come me, inseguito ciò che realmente desideri e non ti saresti ACCONTENTATA. Ma sono cazzi tuoi e io sinceramente non ho davvero più alcuna voglia di stare come ieri, mi ero abituato al silenzio e ad assaporare i momenti di vita che ho. Non parlerò perchè ti leverei un pensiero con cui è giusto tu ci conviva perchè, nonostante tutto, so bene che persona sei e so che non sei affatto FELICE della tua scelta!

Vado che la giornata è ancora lunga.

Annunci

Autore: il tuo inquisitore: il tempo

Sono consapevole che il tempo passa e spesso lo si perde. Sognatore a volte troppo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.