11 gennaio ’19

Eccoci qui, ieri giornata pienotta e quindi non sono riuscito a scrivere ora sono un po’ più tranquillo e riesco a mettere giù qualche riga.

Voi come state? Io meglio, le cose si stanno riallineando pian piano, c’è da fare ancora ma sarà il sole di oggi, sarà che mi rendo conto che se mi faccio carico delle cose che non posso controllare o dipendono da me sto male, sarà che ho ripreso a dormire quasi normalmente dopo un anno di alti e bassi ma mi sento meglio.

Sto ascoltando in loop questa canzone mi da l’aria d’estate, caldo, venticello secco che soffia, relax; quella sensazione di benessere e pace totale che da un po’ mi manca. Mi sembra di star recuperando pian piano l’equilibrio e so che quando ci sarà quello allora tornerà anche il benessere e lo star tranquilli.

Ho riflettuto molto sui miei passi, sulla mia crescita, sulle mie scelte e sinceramente pur avendo commesso degli errori non mi sento colpevole di nulla. Mi sono sentito così per molto tempo. Non capivo come potevo aver fatto male ad una persona per me importantissima, i miei comportamenti non erano mai volti a ferire, anzi! Eppure sentendo quel che mi diceva ero la causa di ogni disastro. Ci ho pensato, ripensato e poi analizzato ancora per trovarmi solo, senza possibilità di vedere le cose in due, disponibile a costruire da 0, a rimediare a possibili errori involontari, che proprio perchè involontari non ci sarebbero più stati, ma no non è stato possibile. Ci ho pensato tanto, davvero e forse pure troppo. Quando poi pensi alle cose e ci ragioni troppo a volte arrivi pure a credere a quel che ti viene detto. Quindi ho rallentato i pensieri e ho analizzato le azioni e la situazione. Io sono da solo, ho modificato la mia vita, ho cercato più volte di mostrare una apertura ma niente. Non ho mai voluto far male a nessuno, MAI! E ho pagato lo scotto di essere un puro, uno che non fa macchinazioni, uno che cerca di non incasinare le persone, uno che ha soffocato per un sacco quel che sentiva e quando ha smesso di farlo si è sentito dire: “È TARDI!” salvo poi ricevere altre informazioni che non erano mai legate ad azioni reali. E quindi la mia colpa è solo di aver represso le emozioni e i sentimenti invece di ascoltare la pancia. Tutte le altre cose non dipendono da me e non ne sarò mai responsabile. Come non do la responsabilità della mia tristezza e dell’aver accettato trattamenti a dir poco offensivi a chi li ha fatti non accetto le indecisioni e non scelte di altri. Tristezza e comportamenti negativi subiti sono solo di responsabilità mia che li ho concessi. Io la mia scelta l’ho fatta senza certezza, senza decidere prima o organizzare e infatti mi trovo da solo! Si rischia, altrimenti si continua a controllare e soffocare e io l’ho fatto per troppo tempo.

“MEGLIO SOLO CHE CON CHIUNQUE” io non voglio occupare lo spazio accanto a me ho bisogno di riempirlo con chi vuole condividere il suo e viverlo assieme!

Buona giornata a tutti!

Una splendida giornata

Sempre con il sole in faccia fino a sera

Finché la sera di nuovo sarà

(Splendida Giornata – Vasco Rossi)

 

Annunci

Autore: il tuo inquisitore: il tempo

Sono consapevole che il tempo passa e spesso lo si perde. Sognatore a volte troppo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.