26 novembre ’19

Come state? Spero bene.

Con oggi questo spazio chiude. Credo sia meglio così. Non so se per un po’, non so se per sempre… il tempo, il famoso tempo darà le risposte, come sempre. Ma intanto mi metto in pausa, devo fare ordine e mi serviranno tutte le energie.

Non mi va di spiegare il motivo, forse c’è, forse no. Magari tutta sta cosa dello scrivere serve a poco, magari non ha senso…. non lo so! Ma ho deciso così. Se smetterò di scrivere? No non credo affatto, continuerò a farlo nei miei quaderni, nei miei appunti quotidiani. Continuerò a mettere giù i versi, ne ho un bel po’ di poesie ormai… che non leggerà nessuno, ma ci sono. Scrivere, con il mio modo, mi piace e quello non smetterò di farlo… ma non lo farò più qui.

Grazie per quelli che mi hanno scritto in privato, che hanno commentato e che hanno preso parte al mio diario pubblico. Non ho segreti e non ne voglio, ma credo non sia più sensato scrivere qui.

Grazie davvero…se tornerò mi vedrete… grazie ancora del supporto e di avermi dedicato un po’ del vostro preziosissimo tempo.

25 novembre ’19

Ciao come è andato il weekend? Io sono ancora un po’ sbattuto dal fuso orario, sarebbe meglio dire appunto che sono fuso! Ma si va avanti ci sono un sacco di cose da fare e di progetti da realizzare.

Da quando sono stato a Key West mi frulla in testa l’idea di andar li a vivere. Sto cercando di capire come funziona, per uno non più così giovane, la possibilità di trasferirsi a vivere e lavorare lì. Non sono uno che si è mai pianto addosso e ho fatto talmente tanti lavori nella mia vita che sicuramente non mi spaventa l’idea di imparare qualcosa di nuovo e ripartire da zero. Il posto fisso non è mai stato uno dei miei obiettivi… per me conta di più la mia indipendenza, la mia responsabilità e la capacità di realizzare cose mie. Però sto pensando seriamente ad un cambio radicale. No non voglio scappare da qualcosa, io non ho nulla da cui scappare e cammino sempre a testa alta, sono altre le persone che se mi dovessero incontrare sarebbero costrette a guardare a terra perchè non reggerebbero nemmeno lo sguardo. Mi piacerebbe reinventarmi, rimettermi in discussione, provare a fare qualcosa di diverso. In fondo qui non ho radici profonde non avendo figli che mi terrebbero legato alla loro crescita serena quindi potrei rischiare tutto. Sto leggendo qui e lì un po’ di cose ma è davvero complicato.

Mi rendo conto che sembra di essere sempre in ritardo per tutto. Famiglia, lavoro, futuro… è pazzesco come tutto ruoti attorno al tempo. Le famose cose fatte nel momento giusto e quando andavano fatte. Io ho vissuto di esperienze. Tante, troppe ma nessuna poi radicata in fondo… beh no la subacquea posso dire che è materia che conosco in modo abbastanza approfondito anche se continuo ad essere curioso e ad imparare.

Reinventarsi, rinascere, ricostruire…. mi piace di più inventarsi, nascere e costruire. Tutto da 0 non ripartendo da qualcosa già fatto. L’unica costante me stesso. Ricomincio da me….si potrebbe dire. Leggo, studio e cerco possibilità… quando mi prendono queste convinzioni spesso arrivo a destinazione e realizzo quel che desidero. Questa è la differenza tra me e quelli che aspettano, subiscono e si lamentano. Magari ci metterò del tempo ma se deciso poi diventa una sfida che devo vincere!

Confido di riprendere a dormire bene in questi giorni, in modo da essere riposato. La mente comunque è serena e non è distratta da cose importanti. Ogni tanto passa qualche immagine, sorrido perchè non ho intenzione di farmi più cambiare l’umore da pensieri negativi. “Non dannarti per cose che non dipendono da te!” La mente è incredibile perchè trasferisce al corpo i pensieri cambiandone postura ed espressioni e non mi va di essere modificato da cose che non hanno un reale valore. Se lo avessero non sarebbero così!

Sto studiando la Mindfulness….interessante.

Un abbraccio amici, come state?

22 novembre ’19

Sono in treno, si rientra da una riunione a Roma, qualche ora fa ero in un posto incredibile della Florida e sono ancora sbattuto dal jet leg…. ma le passioni coinvolgono e la fatica non si sente.

Il treno porta a riflettere ai giorni trascorsi nell’altro continente, ai paesaggi visti, alle informazioni raccolte, alle persone conosciute, alle sensazioni vissute. Non mi era mai capitato di mettere piede in una città e sentirla fatta a misura per me. Non so se a voi è mai capitato di dire: “Questo è il posto dove devo venire a vivere!”

Mi hanno accompagnato anche dei pensieri negativi, un po’ fastidiosi pure ma tanto è sempre così chi non vuole capire non lo farà e continuerà a fare la vittima fino in fondo, l’errore è mio che ogni tanto rientro nel loop, permetto di agganciarmi con messaggi finti e do seguito a quel che succede. Disinnescare questa è l’unica cosa da fare. Trovo però assurdo che esista chi appare con una proposta e poi scappa… ma vado oltre. Devo imparare a che non tutte le persone danno la stessa importanza ai rapporti e che alcune, finiti i benefici per loro, spariscono. Io non son così ma pazienza. Ad ogni modo ci sto ancora lavorando ma sono a buon punto. Ormai è una routine che si sta indebolendo sempre di più, arriverà un momento in cui non ci sarà proprio più. Il tempo non torna e io non ne ho più!

Sono sereno perchè comunque attorno ho persone che mi vogliono bene. Mi sono divertito a prendere dei pensieri, mi piace dedicarmi a chi mi vuole bene e mi apprezza. Il viaggio l’ho fatto con un amico importante, che a volte brontola, ma lo fa per il mio bene… è fatto così. Ormai compagno di viaggi ed avventure. Ci siamo divertiti nonostante il colera 😊

Sto inseguendo la serenità, mi interessa davvero molto di più della ragione, che uccide e allontana perchè è sempre legata all’orgoglio quella cosa schifosa che non permette di lasciare la presa, di chiedere scusa e/o di perdonare. Non concede obiettività, voglia di chiarimento e di positività. Ma è così e quindi ho deciso di non entrare più in questo vortice. La dignità si tiene e l’orgoglio può andare a quel paese, sereno è meglio!

Mi rendo conto che sono fin troppo disponibile e questo non va bene perchè poi c’è chi ne approfitta e sto ridimensionando anche i miei rapporti interpersonali, sto tagliando parecchio e selezionando.

C’è una persona che mi rende sereno solo a sentirla, mi da molta tranquillità e devo dire che la sua presenza, nonostante le difficoltà, mi fa capire che la serenità si può ottenere e che di persone positive ce ne sono.

Il treno corre veloce, mi sembra di essere drogato ma è il sonno arretrato, lo sbattimento del fuso orario e del viaggio e questo we recupererò per ripartire carico la settimana prossima con il lavoro. Ho un sacco di cose da fare e devo ripartire molto carico si presenta un fine anno con tante cose in cantiere ed è un bene.

Anche le isole cook penso siano una meta da prendere in considerazione per andare e stare lì!

Un bacio passate un buon we.

12 novembre ’19

Mancano pochi giorni alla partenza. Un bel po’ di cose ancora da chiudere e poi via! Mi assento per una settimana e chi si è visto si è visto.

In molti mi chiedono se sono pronto a partire, in realtà non ci sto pensando perchè sono molto preso dalle cose di lavoro e dal sistemare un po’ di cose a casa. Le giornate non bastano mai e vorrei tanto avere più tempo per stare con le persone a cui voglio davvero bene. Ma è sempre così poco e siamo tutti così impegnati.

Stanotte, non riuscendo a dormire, riflettevo su un po’ di cose che in questo periodo hanno caratterizzato le mie giornate. Di quanto corriamo per soddisfare il prossimo e poi, magari, rimaniamo con un pugno di mosche in mano. Mi piacerebbe avere più tempo. Mi piacerebbe riavere del tempo. Mi piacerebbe non aver perso tempo. Invece è così, quello se ne è andato e non torna.

Qualche giorno fa parlavo con un amico del tempo andato, del fatto che per quanto ora ci rendiamo conto di averne sprecato un bel po’ comunque abbiamo sempre fatto tutto col cuore. Quindi, molto probabilmente, è così che dovevano andare le cose… e, ora, se ci trovassimo in situazioni analoghe ne “butteremmo” via ancora.

Una persona che era a me cara mi ha detto:“Nessuno ti restituisce il tempo andato!” Con cattiveria ed acidità… io non lo rivoglio in realtà perchè a differenza sua ci ho messo il cuore in quel tempo pertanto va bene che sia andato così. Ho imparato che se una cosa non ha funzionato semplicemente non era fatta per funzionare e il suo risultato poteva essere solo quello di non funzionare. Inutile raccontar cazzate, fingersi integerrimi e perfetti. Quando non si ha voglia di rischiare le cose vanno a puttane, sempre. Quando di due uno rincorre sempre l’altro, qualcosa non va… quello si dovevo capirlo prima, molto prima! Ma pazienza. La differenza tra essere felici e accontentarsi è la volontà, tutto il resto sono scuse che ci raccontiamo, film che costruiamo e alibi che ci servono per dirci che siamo sfortunati perchè è il mondo ad avercela con noi: CAZZATE!!!

Oggi sto bene, ho visto anche una persona per me molto importante. Quanto vorrei aver tempo per star con lei un bel po’ ma siamo tutti e due belli incasinati e ci si incastra come si può. Ma che bene che si sta assieme… e poi mi fa ridere un sacco ed è un gran pregio.

Mi rimetto all’opera, scappo a finire due cose di lavoro e poi a fare i bagagli. Poi dai miei e poi riunione… evviva!!!!

10 novembre ’19

Sono un po’ così in questo periodo… spalle al passato e sguardo avanti!

Buongiorno, eccomi qui… come state?

La mia permanenza al sud è ormai terminata, poche ore ancora e poi si andrà all’aeroporto per rientrare al nord…e le previsioni sono tutt’altro che belle! Pioggia, pioggia, pioggia!!! Mamma mia che stress!!!

Sono due giorni che, grazie al mare, sto ritrovando un bel po’ di serenità. Potrà sembrarvi assurdo ma ci parlo col mare e lui, a suo modo, mi risponde. Lo faccio fin da piccolo e mi ha sempre aiutato. Ho un rapporto speciale con lui, non potrei vivere senza. Regolarmente devo andare a trovarlo in modo da raccontargli un po’ come procede la mia vita.

Questi giorni sono stati provvidenziali, ho pensato a molte cose e mi sono liberato di altre. Alcune non le capirò mai, ma in fondo non si può capire sempre tutto. Ognuno di noi vive e passa dei momenti particolari nelle sue giornate e agisce di conseguenza spesso senza pensare alle conseguenze, ma ci ho fatto il callo e vado avanti. Non me la prendo davvero più per nulla, perchè tanto sprecherei energie inutilmente. Resto dell’avviso che basterebbe pochissimo a volte per sistemare problemi ed incomprensioni, basterebbe volerlo davvero e non far finta. Ma le persone sono mediamente così: “Quando costa fatica, scappano!”

Io sto imparando che la fatica, la sofferenza a volte e il sacrificio poi fanno assaporare meglio quel che si ottiene. Ne conosco molte di persone che pensano solo a se stesse e, la cosa buffa, si lamentano pure quando glielo fai notare. Io mi sudo ogni cosa, non sono di peso a nessuno e cerco di non chiedere più nulla a nessuno. Però non sono più sempre disponibile, quindi dico di NO!

Ogni tanto mi prende un po’ di malinconia, ma so bene di essere l’unico a sentirla e, proprio per questa ragione, mi dura poco poi passa. Ma sono fatto così, mi dispiace quando i rapporti vengono distrutti per orgoglio, ci si ride sopra e si cancella ogni cosa positiva lasciando solo il ricordo dei momenti negativi o tristi. Alla fine è un modo per crearsi una realtà parallela che porta ad avere un albi per andare avanti e giustificarsi e giustificare il fatto che non si è voluto fare nulla per provare a cambiare. In fondo me lo sono sentito dire: “È troppo difficile ricominciare da zero!” e come dicevo tempo fa, non sono fatto per chi non ha coraggio di rischiare. Io l’ho fatto e il mio l’ho dimostrato. Ho perso? No non credo, ho mantenuto la coerenza e non devo nulla a nessuno. Non devo fingere e tantomeno mentire a nessuno, e sto benissimo così.

Vado che il mare chiama.

Buona domenica a tutti…. vi lascio con una canzone che non è stata capita. Ho paura di chi non sente la musica, di chi non si emoziona con parole, suoni e colori. Le persone così mi spaventano.

Ciao!

8 novembre ’19

Ho fatto una bellissima passeggiata sulla spiaggia stamattina, sole in faccia, un bel caldo, che fa pure strano a novembre, aria bella frizzante con quel profumo di salsedine che rinvigorisce.

Il potere del mare è una cosa strepitosa! Ho gettato tra le onde molti dei pensieri negativi che ogni tanto passano per la mia testa, ultimamente sempre con meno frequenza, in modo che potessero andare con le onde e dissolversi nell’acqua. Non ho più intenzione di star male, di castrarmi e impedirmi di essere sereno e soprattutto di farmi condizionare da frasi assurde dette tanto per fare. Chi vuole qualcosa con me o da me sa bene come deve fare: DEVE AGIRE! Le chiacchiere stanno a zero e soprattutto non mi sento in debito con nessuno, anzi forse sono a credito di molte cose. Ma va bene così.

Passeggiando pensavo che mi sarebbe piaciuto avere li una persona. Se lo merita, merita di star bene e merita una carica di energia positiva. Ma sono sicuro che avremo modo di organizzarci per farlo. Sono fiducioso e poi così ha modo di mandarmi un po’ di vocali! Bella è proprio bella!

Sto scrivendo mentre il sole piano piano sta scendendo nel mare, lo vedo davanti a me. Adoro la mia casa qui perchè affaccia sul mare, posso sentire il suo suono ed il suo profumo e poi posso vedere dei tramonti spettacolari!

Mi rendo conto che sto imparando ad apprezzare le piccole cose, quelle che scaldano il cuore con poco, quelle che ti fanno capire quanto sia bello poter assistere ad alcuni spettacoli quotidiani della natura. Quanto poco valgano le cose puramente materiali mentre siano spettacolari le altre.

C’è davvero un’esplosione di colori che vanno dal giallo all’arancione fino quasi al rosso… pazzesco. Penso sempre che mi piacerebbe venire a vivere qui! La vita scorre più lenta, il mare porta via le cose che non vanno e non ci sono pensieri infelici.

Oggi pensavo a come mi senta più leggero ultimamente. La mente quasi pulita del tutto, la sicurezza che le cose prima o poi si inquadreranno come devono e non aver più il bisogno di dire alcune cose. Ho capito che chi vuole ascoltarti lo fa senza tante attese, casini, scuse o altre cazzate. Chi davvero tiene a te lo fa capire nonostante tutto e nonostante tutti. Quindi proseguo nella mia camminata verso la serenità. Conta molto di più che aver ragione. Essere sereni ed in pace con se stessi e soprattutto fieri di come si è vale moltissimo. La ragione la lascio a chi la vuole. Tanto poi la verità viene sempre a galla e io sono totalmente sereno, il mio l’ho fatto più e più volte e non ho nulla più da nascondere.

Come state voi? Che fate?

Più tardi faccio un altro po’ di foto.

Un abbraccio